Porno Food: pornografia a tavola?

, , , si perdono nella contemplazione degli spettacolari hamburger ipercalorici del foodshow EpicMeal o dei polli arrosto ammiccanti in pose “sadomaso” del volume “50 Sfumature di Pollo“. Sono i maniaci del , la nuova tendenza che sta impazzando sempre più in rete.

pornofood
Ma cosa si intende per porno food? Il “ pornografico” non è altro che la presentazione visiva dei piatti manipolata ad arte per amplificare il desiderio di mangiarli, mostrando, ad esempio, le immagini di cibi ricchi di calorie e grassi in modo elaborato e “lussurioso”. Così facendo l’oggetto- arriva addirittura a suscitare un desiderio pari a quello dell’atto sessuale. In soldoni: la reazione di fronte alla visione di un’anatra cucinata dentro a un tacchino può essere molto simile a quella provocata dalla visione di un atto erotico!

Davanti al  porno food non si riesce a far a meno di provare una sensazione di desiderio, di fame, ma anche di insoddisfazione, dato che non è raggiungibile. E come tutti gli stimoli di natura erotica, alza continuamente l’asticella della provocazione, cercando modi nuovi per catturare la nostra attenzione. E così i piatti diventano sempre più complessi e sofisticati e si fanno più avventurose e ardite le sperimentazioni gastronomiche.

Secondo un famoso principio di food marketing, sono due le vie per aumentare le vendite: “migliorare la qualità del prodotto o alterare la percezione che ne hanno i consumatori“. Non c’è dubbio che il porno food, che basa tutto il suo successo sulla spettacolarizzazione del cibo, abbia scelto la seconda strada.

Porno Food: a ? ultima modifica: 2013-10-08T22:21:57+00:00 da Carlo
 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*